Con il termine "fresco" o "buon fresco" si intende la pittura murale nella quale i colori sono diluiti in acqua e distribuiti su un intonaco fresco. In tal modo, per reazione tra l'intonaco la calce e il carbonio dell'aria, i colori vengono fissati fino a diventare insolubili e acquisire una forza solida. Questa reazione chimica prende il nome di "carbonatazione ", secondo la formula: 
Ca (OH)2 + CO2= H2O+ CaCO3

L'idrossido di calcio si combina con l'anidride carbonica e si ottiene carbonato di calcio + acqua che evapora. Nella fase di asciugatura della malta, l'acqua  va verso la parte esterna della superficie dipinta e buona parte dell'idrossido di calce forma la pellicola che diventerà carbonato di calcio colorato. La pittura a fresco, che è una gloria dell'arte italiana, è considerata tra le tecniche artistiche più impegnative. 
Anche se i materiali sono semplici (sabbia, calce, acqua, terre colorate), l'esecuzione richiede una prontezza che deve riflettersi in quel modo sicuro e risoluto, citato da Vasari. Michelangelo stesso la definì "la pittura degli uomini". In realtà, per dipingere l'affresco si deve avere la padronanza del mestiere, abilità e determinazione, così come la capacità di comporre su grandi superfici. A sua volta Cennino Cennini scrisse che "l'affresco è il più dolce e il più vago lavorar che sia" perché dà straordinaria emozione e soddisfazione. L'affresco è stato impiegato in tutte le epoche nei paesi del Mediterraneo ed è il sistema pittorico che ha resistito più a lungo nel tempo. Plinio e Vitruvio sono le fonti più autorevoli per le pitture murali romane, in testi medievali abbiamo Cennino Cennini e nel Rinascimento  Giorgio Vasari.

 

 

The term "fresh" or "buon fresco" means the mural painting in which the colors are diluted in water and spread on a fresh plaster, or just lying. In doing so, by reaction between lime plaster and the carbon of the air, the colors are to be fixed up to become insoluble and acquire a solid strength. This chemical reaction takes the name of "carbonation lime", according to the formula:

Ca (OH)2 + CO2= H2O+ CaCO3

Calcium hydrate is combined with carbon dioxide and is obtained calcium carbonate + water that evaporates. In the drying stage of the mortar, the water that goes towards the exterior door to the painted surface a good part of the hydroxide of lime to form the film that will become colored calcium carbonate. The fresco painting, which is one glory of Italian art, is considered among the most challenging artistic techniques.

Although the materials are simple (sand, lime, water, colored earth), execution demands a readiness which must be reflected in that safely and resolute, mentioned by Vasari. Michelangelo himself called it "the painting of men," meaning that it tries to make the skills and resources of the performer. In fact, to paint the fresco must have mastery of the craft, skill and determination, as well as ability to compose on large surfaces. In turn Cennino Cennini wrote that "the fresco is the sweetest and the most vague work that is" because it gives extraordinary excitement and satisfaction. The fresco has been employed in all ages in the Mediterranean countries and is the pictorial system that has endured longer in time. Pliny and Vitruvius are the most authoritative sources for the Roman wall paintings in medieval texts we Cennino Cennini and the Renaissance by Giorgio Vasari.  

 

 

 

L’affresco si compone di tre elementi supporto, intonaco, colore e di tre fasi di lavorazione : stesura dell’arriccio, spolvero e  realizzazione della sinopia, divisione in giornate e realizzazione delle stesse.

 

The fresco is composed of three elements support, plaster, and color, and  of three phases: drafting of the "arriccio", dusting and realization of sinopia, division into days and realization of the same.