I colori

 

I colori impiegati nell’affresco vengono sciolti semplicemente con acqua e applicati finchè l'intonaco è umido.
I colori che possono essere usati sono soltanto le terre, gli unici pigmenti che resistono all'azione caustica della calce contenuta nell'intonaco.
L’adesione dei colori all’intonaco è dovuta al processo di carbonatazione che fissa i pigmenti all'interno delreticolo cristallino del Carbonato di calcio che si forma durante l'asciugatura .
Quando la pietra minerale viene trasformata in calce, bruciando nei forni  perde il suo acido carbonico, ma lo recupera gradualmente dall’aria circostante. Quest’acido carbonico, nell’essere riassorbito, serve a fissare i colori usati nell’affresco.
Quindi la gamma cromatica dei colori per l'affresco è molto limitata.
La tecnica ad affresco necessita di  grande esperienza e abilità di esecuzione perché oltre a non consentire correzioni su uno stesso strato di intonaco, non permette all’artista di  vedere immediatamente il reale tono  dei colori stesi. Asciugando l’intonaco infatti si altera progressivamente anche la cromia, alla quale vien meno la forza e la vivacità del colore bagnato; in compenso si raggiunge una luminosità ed una trasparenza che non può essere ottenuta con nessun altra tecnica.

 

The colors

 

The colors used in the fresco are simply dissolved with water and applied as long as the plaster is wet.
The colors that can be used are only the lands, the only pigments that are resistant to the action of caustic lime contained in the plaster.
The adhesion of the plaster colors is due to the carbonation process that fixes the pigments within the crystal lattice of calcium carbonate that is formed during drying.
When the stone is converted into lime stone, burning in the ovens loses its carbonic acid, but it gradually recovers from the surrounding air. This carbonic acid, being reabsorbed, serves to fix the colors used in the fresco.
So the color range for the fresco is very limited.
The fresco technique requires great experience and skill of execution because in addition to not allow corrections on the same layer of plaster, it allows the artist to instantly see the actual tone of the colors laid. Drying the plaster in fact progressively degrades also the cromia, which is a loss of strength and vibrancy of color wet; in compensation it reaches a brightness and a transparency that can not be obtained by any other technique.