Lo Spolvero

Per trasferire il disegno preparatorio a grandezza naturale dal cartone alla superficie dove doveva essere realizzato l'affresco, si usava la tecnica denominata "spolvero"  . Le linee che componevano le figure erano poi perforate con un chiodo. Una volta appoggiato il cartone sull'intonaco fresco, era spolverato con un tampone intriso di finissima polvere di carbone o di ocra rossa ; in tal modo la polvere, passando attraverso i piccoli fori, lasciava la traccia da seguire per la stesura a pennello. Questa tecnica con il tempo venne impiegata esclusivamente per le parti del dipinto che necessitavano maggiore precisione nell'esecuzione dei dettagli (come le mani, i volti, o alcuni particolari delle vesti).

The Sprinkled

The process of switching from carton to the plaster is called "dusting" and is to prick the outlines of the design and pass on the holes in a color dust that settles on the mortar reproducing the shape of the figures. Dusting occurs also passing on the carton (in this case light paper) a tip that leaves a furrow on the mortar.
This groove can come also from  a design sketch drawn with a tip directly on the mortar without transport from the carton.