La Pittura 
    
Per iniziare a dipingere, la superficie deve "tenere" sotto il pennello: deve "tirare", cioè la superficie bagnata, quasi oleosa, deve assorbire i colori permettendo una certa manovrabilità di impasto e fusione. Solo la pratica dà al pittore la sensibilità necessaria per lavorare correttamente. Il primo colore deve essere applicato con toni caricati perché l'umidità dell'intonaco lo scioglie rapidamente e poi lo indebolisce. La sovrapposizione deve essere effettuata dopo un breve intervallo per dare ogni volta il tempo di assorbirsi. 
Alcuni pittori lavorano, come con gli acquerelli. Altri, dopo aver piazzato le principali masse di colore, finiscono il lavoro con i trattini caratteristici (Veronese Villa Maser). 
Nel '600 e' 700: il colore si applica "a corpo", a volte alterando la superficie dell'intonaco,  con la conseguenza di esporla di più al deposito della polvere. 
È anche possibile soffiare i pigmenti in polvere sull'intonaco fresco, specialmente quelli insolubili in acqua. 
Alla fine della "giornata", quando il muro comincia ad asciugarsi, non si può dipingere più.  
Le parti di Tonachino in eccesso, non dipinto  devono essere rimosse per far posto alla giornata successiva.

 

 

The Painting

    

To begin the painting, the surface must "hold" under the brush: it must "pull",  the wet lime almost oily, must retain the colors allowing some maneuverability of dough and fusion of colors. Only practice gives to the painter  the sensitivity needed to operate correctly. The first color applied should be placed with loaded tones because the moisture of the plaster dissolves them quickly and then weakens them. The overlap must be made after a short interval to give each drawing time to settle.

Some  paints  as watercolor. Others, after placing the main masses and merged them, finish the work with characteristic dashes (Veronese Villa Maser).

In the '600 and '700: the color is spread "a body", sometimes altering the surface of the plaster, but with the consequence of exposing more to the deposit of dust.

You can also blow on the fresh plaster the powder pigments, especially those insoluble in water.

At the end of the "day", when the wall begins to dry, you can not paint anymore.

The parts of tonachino, if not painted, must be removed to make way for the next day.